Rivenditori prodotti tipici bolognesi.

I Sapori della Natura

Il piacere di gusti antichi e genuini dei prodotti tipici dell’appennino bolognese

Negozio prodotti tipici alimentari

Una montagna di cose buone a due passi da casa.

Aria salubre, paesaggi suggestivi e indimenticabili, storia, tradizioni, divertimento ma, soprattutto, tanti prodotti tipici bolognesi da gustare.

Cosa potranno trovare tutti coloro che decidono di trascorrere anche solo una domenica o pochi giorni nel territorio dell’alta valle del Reno?

Un mix di natura incontaminata, cultura e benessere, tutto da scoprire e da vivere, a cavallo, in bicicletta, sugli sci o più semplicemente passeggiando.

Sono questi gli elementi principali che fino ad oggi hanno caratterizzato il turismo locale.

C’è però un settore nel quale il nostro territorio ha accumulato un certo interesse da parte del turismo ed è quello della gastronomia e dei prodotti tipici bolognesi.

Gastronomia


L’Appennino è un mosaico di sapori da scoprire sulle tavole delle osterie o nelle feste tradizionali, dove regna una cucina dal carattere semplice e ricca di gusto.

Si respira  il profumo del pane fatto in casa, dei formaggi nostrani che è possibile acquistare direttamente nelle fattorie, delle carni alla brace cucinate durante le sagre, della pasta fresca sulla quale si muovono veloci le mani delle sfogline, per non parlare della freschezza dell’anice, l’ingrediente essenziale del celebre zuccherino montanaro.

Si assapora in compagnia vino novello e brulé, attorno ai falò delle feste d’autunno.

In montagna non si butta via nulla. Il pane vecchio viene conservato per le zuppe, con le carni di maiale si creano i salumi più gustosi,  si utilizzano le piante spontanee per le antiche ricette e i frutti del bosco per comporre marmellate naturali.

La castagna è tornata ad essere un elemento centrale nella cucina montanara e il Marrone Biondo è diventato un marchio brevettato e registrato dal “Consorzio Castanicoltori dell’Appennino Bolognese”.“

In queste zone , ultimamente, sono tornati a coltivare la terra usando tecniche di agricoltura bio-dinamica e cercando di recuperare colture autoctone abbandonate da anni.

Il turismo enogastronomico

I viaggiatori possono svolgere gli itinerari tra un’azienda e l’altra in modo del tutto autonomo.

Chi effettua questi percorsi può scegliere un mezzo di trasporto sostenibile: i piedi o la MTB. In loco è possibile affittare una MTB con pedalata assistita che rende la pedalata agevole anche per i meno sportivi o i bambini. Presso gli Uffici IAT si può ritirare una cartina con le aziende che aderiscono al progetto e gli itinerari percorribili.

La maggior parte delle aziende sono piccole e a conduzione familiare; chi ci lavora è spesso molto motivato, più dalla passione che dai risultati economici; questa passione emerge fortemente quando si trovano a dover raccontare quello che fanno quotianamente e quali prodotti lavorano.

Vieni da noi